compra il tuo bigliettoiscriviti alla newsletter digitale
happy spritz at guggenheim is coming back...



Tre gli appuntamenti organizzati insieme ad Aperol Spritz, che animeranno da maggio fino a luglio le serate in laguna. Lunedì 6 maggio, 10 giugno e 1 luglio, dalle 20 alle 22. Il biglietto d’accesso al museo è di 12 euro, ridotto a 5 euro con corsia d’accesso preferenziale per i possessori di Young Pass, la membership Guggenheim per gli under 26*.


*Informiamo che in caso di pioggia l'evento verrà cancellato e i biglietti potranno essere rimborsati entro 3 giorni dalla cancellazione scrivendo all'indirizzo mail b2c@teleart.org. In alternativa potranno essere utilizzati per l'evento successivo.

PROGRAMMA MUSICALE a cura di Holic

steven smirney   06 maggio
STEVEN SMIRNEY

dettagli
Steven Smirney viene da Carbonia, una città nel sud della Sardegna. A 14 anni si trasferisce a Venezia, dove studia batteria e iniziata a suonare con alcune band locali. Dopo il liceo si trasferisce a Roma ed inizia a produrre musica elettronica, una miscela di electro pop e breakbeats, influenzati dal suo passato come batterista e la club scene del momento. Nel 2008 esce il suo primo EP 'A friend of mine' ed entra in 3d Concerti, un reparto di DNA Concerti, l'agenzia di booking più grande d’Italia. Continua a suonare e fare live set in apertura ad artisti come Caribou, Jamie Lidell, Apparat, Ladytron, Fuck Buttons e altri ancora. 'Deeply wrong merits' il suo secondo EP esce nel 2011 su Bad Panda Records. Questa collaborazione con la Panda Bad continua dopo che ha collaborato con la cantante Kae, sotto il nome di Diva, e ha vinto il concorso di remix di Dumbo Gets Mad della traccia 'You Make You Feel'. All’inizio del 2012 ha pubblicato 'Glue' un singolo che contiene 5 remix per la No sense of place Records di Roma. Nel marzo di quest'anno è stato invitato a partecipare al primo Bass Camp di Red Bull Music Academy in Italia, insieme a alcuni dei migliori giovani produttori italiani. La sua più recente release 'Way Back Home' è uscita a settembre per O2S Records.
     
ad bourke   10 giugno
AD BOURKE

dettagli
AD Bourke ha iniziato a presentarsi come un produttore che fonde emozioni di soul e funk in chiave futurista. Nato e cresciuto a Roma, con un padre inglese, le sue influenze prendono forma in tutte le direzioni: con anima jazz, funk, house, ed electro. La prima uscita di un EP beat-tape su Domu’s Treble O Records nel 2008. Nell’Inverno 2010, Bourke, atterrato a Londra viene accettato alla Red Bull Music Academy e contemporaneamente produce un EP (con il nome di Mirage) su Citinite. Su 'Tidal Motion' il suono di Bourke è lasciato libero alla strumentazione lussureggiante e profondi groove atmosferici. Descritto da Bourke come "fortemente influenzato da un viaggio di tre mesi in mare". L’EP è fluttuante e vivace; scorribande analogiche attraverso un mare in outerspace. Linee di basso in punta di piedi su xilofoni cosmici, melodie scintillio con il bagliore delle stelle, e come dice lui stesso: "Rappresente il mare, in tutte le sue espressioni”. Tempesta e calma, nero e limpido "En Trance” possiede un’anima funk subacquea d’epica odissea, piena fino all'orlo con effetti e suoni ultraterreni. “Aquarius Rising” è un parco giochi che rimbalza tra linee di synth morbide e melodie che si intrecciano; mentre nel B-side “Cecaelia” è un riflusso lento attraverso onde di synth, tenuto in movimento da un battito di mani. “32” ha il passo e bassi riff di un vecchio classico funk, ma si snoda intorno a strati imbottiti d’armonia, con frammenti vocali e flauti che galleggiano tra tamburelli. Un EP che sorprende di più ad ogni ascolto.
     
concept   01 luglio
DORIAN CONCEPT

dettagli
Dorian Concept (nato a Vienna nel 1984) è un compositore austriaco, tastierista produttore ed artista, il cui lavoro attinge a una varietà eclettica di fonti, tra modale e libero jazz, funk, hip-hop ed elettronica, ambient e musica soundscape. Ha adottato il suo nome d'arte da adolescente come riferimento per la scala Dorian. Dorian Concept è anche membro della Austrian funk band Jacob's Salty and Bamboozling Ladder. Egli ha anche periodicamente in tour come tastierista per Flying Lotus (con Richard Spaven alla batteria) e ha collaborato con Cinematic Orchestra. Il suo stile: Anche se ha avuto una formazione al pianoforte classico da bambino, egli non si considera di essere qualificato classicamente. Da autodidatta, egli si identifica attraverso il funk, hip-hop, jazz ed elettronica come influenze principali. La sua musica non può "facilmente essere classificata, sebbene abbia già sviluppato il proprio suono riconoscibile", come la BBC 1 radio broadcaster e il DJ inglese Benji B ha osservato nel suo blog. I critici notano che il suo suono "fonde stile e tecnica jazz con capacità di programmazione, bumping-beats con astratte armoniche elettroniche; il sound elettronico e beat-driven diventa assolutamente musicale. Lo strumento principale per la produzione e le prestazioni è il sintetizzatore MicroKORG. Durante il live set egli usa il software Ableton per riprodurre le sue tracce e improvvisa su di loro manipolandole con il MicroKORG. Inoltre si è esibito occasionalmente in contesti più formali di concerto con accompagnamento d’archi presso la Royal Albert Hall e il Barbican Centre di Londra e all’Austrian Cultural Forum a New York.
Ulteriori informazioni
     

 

 

 

 

 

 

 

 




photo header: Andrea Sarti CAST/1466