compra il tuo bigliettoiscriviti alla newsletter digitale
 

Ottone Rosai

/Opere e biografia

  zoom

Scomposizione di una strada, 1914
Olio su tela con inserto a collage, 63 x 53 cm
Collezione Gianni Mattioli
Deposito a lungo termine presso la Collezione Peggy Guggenheim, Venezia
© Ottone Rosai, by SIAE 2008


Scomposizione di una strada è una delle rarissime opere, insieme a Dinamismo Bar San Marco, appartenente alla fase futurista di Ottone Rosai. L'iconografia urbana e le tematiche del movimento e della compenetrazione dei volumi, con la conseguente scomposizione delle forme che tendono ad assumere una valenza astratta, fanno di quest’opera uno dei tentativi più radicali operati da Rosai di applicare la poetica futurista alla realtà toscana. Rimanendo fedele proprio a questo suo mondo (un'antica strada solitaria, umili architetture rurali, figure di popolani descritte con pacata malinconia) e meditando l’esempio di Carlo Carrà, ma anche di Ardengo Soffici e di Giorgio Morandi, Rosai abbandonerà il Futurismo per aderire negli anni venti alla poetica di Strapaese.

credits: Hangar Design Group